cat tool-traduzione

CAT tool: cosa sono e a cosa servono

Cosa sono i CAT Tools? Perché vengono utilizzati per la traduzione? Perché gli strumenti di traduzione assistita sono diventati uno degli strumenti indispensabili dei traduttori?

I CAT tool, abbreviazione per Computer Assisted Translation o Computer Aided Translation, sono software e strumenti professionali per tradurre con l’ausilio di memorie di traduzione, cioè database nei quali vengono memorizzate le traduzioni prodotte per poterle riutilizzare in seguito.

I CAT tool non traducono e non vanno confusi con strumenti come Google Translate e simili; questo tipo di strumenti, infatti, rientrano nella categoria dei software di traduzione automatica. I CAT tool, invece, sono solo assistenti del linguista professionista; è il traduttore “in carne e ossa” che svolge la traduzione, mentre i CAT tool lo supportano e lo aiutano a mantenere una qualità elevata del risultato finale.

Questi software di traduzione assistita sono diventati essenziali nel settore della localizzazione perché sono in grado di analizzare il file originale e segmentarlo, ovvero dividerlo in unità più o meno lunghe in base a una logica. Ciò permette di identificare e isolare:

  • Parti molto simili tra di loro, ad esempio frasi in cui cambiano solo alcune parole, l’ordine delle proposizioni o un segno di punteggiatura.
  • Ripetizioni, come ad esempio le intestazioni e i piè di pagina di un documento o una presentazione.
  • Contenuto potenzialmente non traducibile, come ad esempio numeri, segnaposto o hyperlink.

I vantaggi delle memorie di traduzione e degli strumenti CAT per un traduttore professionista sono molteplici:

  1. Migliorano l’uniformità del testo: i CAT tool restituiscono sempre la stessa traduzione per ogni identico testo di partenza, in questo modo si può mantenere sempre coerenza sia all’interno dello stesso documento, sia tra documenti differenti.
  2. Aumentano la produttività (intesa come numero di parole tradotte in un determinato intervallo di tempo): i segmenti identici tra loro (chiamati anche 100% match) vengono tradotti una sola volta, mentre quelli simili (fuzzy match) vengono tradotti parzialmente dal programma, poiché già presenti nella sua “memoria”.
  3. Migliorano la qualità: i CAT tool permettono di effettuare revisioni accurate e precisi controlli qualità sul testo tradotto. I CAT tool segnalano infatti le criticità del testo, come cifre mancanti o errate, diversa formattazione o ancora spazi non necessari e conteggio di parole e caratteri in una singola stringa.

Quest’ultimo vantaggio è particolarmente evidente quando si traduce la seconda versione di un documento in cui la maggior parte del contenuto rimane invariata.

Per prima cosa, identifichiamo quando non devono essere utilizzati i CAT tool: quando dobbiamo tradurre un testo “creativo”. I testi letterari e poetici dovrebbero esprimere sentimenti e sensazioni, dovrebbero “parlare” al cuore del lettore; potremmo dire che le traduzioni letterarie sono traduzioni più “libere” in termini di vocabolario e stile.

L’ambito in cui i CAT tool vengono utilizzati è quello delle traduzioni tecniche, dove si avranno numerose ripetizioni e dove la scelta dei termini è fondamentale.

Una norma tecnica deve essere scritta in un certo modo. Niente sinonimi, niente variazioni di stile. I testi tecnici devono “informare” il lettore su un determinato argomento. È in questi casi che i CAT tool diventano indispensabili: la coerenza terminologica e stilistica deve essere mantenuta in tutto il testo e anche se le ripetizioni sono “brutte”, sono obbligatorie.

Quindi, per le traduzioni in quali settori dovremmo utilizzare i CAT tool?

  • Settore industriale (aeronautico, elettronica, energia, tecnologia, produzione industriale, ingegneristico, automobilistico, documenti tecnici, ecc.).
  • Settore informatico.
  • Settore scientifico (brevetti, relazioni di periti, studi, ecc.).
  • Settore medico (descrizioni di prodotti, lavori di ricerca, referti medici, studi clinici, foglietti illustrativi di farmaci, ecc.).
  • Settore giuridico (leggi, atti notarili, statuti societari, diplomi, brevetti, atti di matrimonio, ecc.).
  • Settore economico e finanziario (bilanci, conti economici, relazioni di revisione contabile, analisi dei rischi, ecc.).

Saper utilizzare in modo professionale i CAT tool è imprescindibile per ogni traduttore. Per questo, noi di twords siamo sempre attenti a rimanere al corrente di ogni novità seguendo corsi di formazione e di aggiornamento erogati da enti di settore e dai produttori dei software di traduzione assistita.

Per i nostri progetti utilizziamo in particolare SDL Trados Studio 2021, MemoQ, Wordfast e SmartCat.

Hai bisogno di una traduzione tecnica per il tuo lavoro?

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche: